La pianta dei cachi, il cui nome scientifico è esattamente Diospyros kaki, fa parte della pianta delle Ebenacee e solitamente può raggiungere anche un’altezza di 15 metri. Questo alimento è originario dell’Asia orientale ed ha una storia molto antica: la storia dei cachi arriva fino a circa 2.000 anni fa ad opera di alcuni contadini cinesi. Oggi i cachi sono diffusi e amati in tutto il mondo, non solo per il loro gusto inconfondibile ma anche per le numerose proprietà benefiche che essi hanno per il nostro corpo e organismo.

Il periodo di maturazione dei cachi è quello autunnale, quando la pianta rimane quasi completamente spoglia dalle sue foglie e la buccia dei cachi prende un colore arancione molto acceso.

Oggi i cachi sono diffusi in tutto il mondo, in Italia si narra che la prima comparsa di questo alimento si è avuta intorno al ‘900 nella parte Meridionale della Penisola: oggi invece, si coltivano in gran parte del territorio italiano ma la Sicilia rimane una delle regioni con il maggior numero di produzione ed esportazione di cachi.

Tra le principali proprietà benefiche dei cachi troviamo:

  • Miglioramento della salute della pelle;
  • Rafforzamento del sistema immunitario;
  • Proprietà energetiche;
  • Proprietà lassative e diuretiche;
  • Proprietà benefiche per chi soffre di gastrite.