Le castagne sono dei frutti provenienti dall’omonimo albero, ovvero il castagno. Esse si consumano unicamente nel periodo autunnale, quando cadono dagli alberi ricoperte da un involucro marrone e appuntino: il riccio.

La castagna vera e propria ha una forma inconfondibile, una buccia esterna marrone che risulta liscia al tatto ed è molto resistente, una buccia interna più sottile di un colore più chiaro e pelosa al tatto, una polpa dura e di colore bianco e infine un germe che si trova all’interno della polpa che ha una forma di goccia.

Le castagne sono un frutto molto amato da grandi e piccini e sono anche un alimento davvero ricco di proprietà benefiche per il proprio organismo: sono infatti ricche di fibre e minerali; possono rappresentare un valido aiuto in caso di anemia e curare l’insufficienza venosa e la comparsa della cellulite. Nonostante questo e moltissimi altri benefici, le castagne sono un alimento altamente calorico e per questo motivo è opportuno non esagerare con le quantità specialmente se si è a dieta.

L’origine delle castagne è ancora oggi incerto: secondo alcuni reperti fossili già 10 milioni di anni fa vi era la presenza di questo frutto già in diversi continenti. Le castagne hanno quindi accompagnato moltissime epoche prima di arrivare ai giorni nostri ed essere considerate ancora oggi uno degli alimenti più apprezzati da ogni parte del mondo.